Zoom Logo

Zoom meeting invitation - Riunione Zoom RETE Salute Welfare Territorio - Shared screen with speaker view
Francesca torricelli
27:53
buon pomeriggio francesca Torricelli
Laura Viotto
01:07:18
peccato che le università non operano sul territorio .....
Andrea
01:08:49
ENTUSIASMA LA FORZA DAL BASSO
Teresa Marras
01:27:31
Brava Nerina come sempre Teresa Marras
dirindin
01:27:52
ciao Teresa. sentiamoci.
Valeria Caroli
01:35:51
grazie, molto interessante, devo andare
Marco Gededs da Filicaia
01:47:30
La mia preoccupazione, o meglio previsione, è che stiamo entrando in un’epoca pandemica, a causa delle varianti del Covid, di altri virus e di fenomeni di resistenza batterica. Quindi una parte della spesa prevista sarà inevitabilmente per far fronte a queste esigenze fra cui l’incremento dei posti letto in TI, che comporta mantenimento e aggiornamento delle attrezzature e del personale, acquisizione vaccini, mantenimento in attività degli hub vaccinali, acquisizione di presidi di protezione, incremento delle attività di decontaminazione, santificazione e disinfezione (costi rilevanti di servizi).
Rozzi Flaminia
02:05:48
Incontro particolarmente interessante e stimolante. Mi sia consentito riportare ancora l'accento sull'integrazione socio-sanitaria quale lo strumento e la politica più efficace per centrare , al più presto, le finalità della salute della comunità. Il tutto sostenuto da una governance chiara, realistica e di prospettiva.
tonino d'Angelo
02:13:57
Su questa proposta di legge che Angelo Righetti ci rilancia su "Disciplina del metodo del budget di salute per la realizzazione di progetti personalizzati di comunità", occorre una forte mobilitazione. Ciò per riprendere memoria e attualità in ordine a quanto detto anche da don Colmegna e altri sulla centralità della persona, del budget Salute,come unicia condizione per evitare che le case della comunità, già dette della Salute, diventano solo mero poliambulatorio. Finalmente con il budget Salute cominciamo a dare attuazione agli art.,1,2,3,4,32.... della Costituzione eliminando barriere di ogni sorta che impediscono in modo nazista di considerare persone anziani,"diversamente abili",pazienti-cittadini con problemi di salute mentale,con disagio plurimo a cui restituire cittadinanza piena ed eviatre altre Elene,che crepano in un letto diventato un forno crematorio. Necessita mobilitazione e utilizzo di forme di lotta nonviolenta efficaci e in grado di far rinacere
tonino d'Angelo
02:14:39
Su questa proposta di legge che Angelo Righetti ci rilancia su "Disciplina del metodo del budget di salute per la realizzazione di progetti personalizzati di comunità", occorre una forte mobilitazione. Ciò per riprendere memoria e attualità in ordine a quanto detto anche da don Colmegna e altri sulla centralità della persona, del budget Salute,come unicia condizione per evitare che le case della comunità, già dette della Salute, diventano solo mero poliambulatorio. Finalmente con il budget Salute cominciamo a dare attuazione agli art.,1,2,3,4,32.... della Costituzione eliminando barriere di ogni sorta che impediscono in modo nazista di considerare persone anziani,"diversamente abili",pazienti-cittadini con problemi di salute mentale,con disagio plurimo a cui restituire cittadinanza piena ed eviatre altre Elene,che crepano in un letto diventato un forno crematorio. Necessita mobilitazione e utilizzo di forme di lotta nonviolenta efficaci e in grado di far rinascere una nuova stagione dei diritti.
Laura Viotto
02:19:15
grazie per il supporto anche tecnico scientifico a PHC now or never , prof .Maciocco !!!!!
Rozzi Flaminia
02:28:10
Con l'augurio che aria nuova soffi sui vecchi giochi, l'auspicio è che, in modo responsabile e condiviso, si possa dare concretezza alla costruzione di un frame work, identificativo e riconoscibile, che ben rappresenti la cultura, e la funzione delle “Case della S Comunità. A garanzia di:contenimento di disuguaglianze realizzazione di giustizia socialeincremento di collaborazione con la comunitàorizzontalizzazione dei processi lavorativiapproccio alla formazione quale responsabilità collettiva, con coinvolgimento, in primo luogo della comunità accademica. Grazie per gli elevati ed intensi contributi
simona ricci FP CGIL Nazionale
02:40:57
E' moto importante la criticità rilevata dal prof. Pavolini riguardo la regolazione contrattuale e del mercato del lavoro del settore della cura. la proposta di FP Cgil, illustrata nel dettaglio nel documento Un new deal per la salute, consiste nella ricostruzione di una fliera contrattuale del diritti alla salute ma per realizzarla compiutamente occorre una revisione sia dei contenuti che della governance sui sistemi di accreditamento e di convenzionamento delle regioni che oggi non garantiscono, in gran parte, che agli standard assistenziali, già fortemente disomogenei, siano affiancati standard sulle condizioni di lavoro e sui CCNL applicati. Numerosi sono i contratti pirata del settore per nn parlare della sanità privata che per 14 anni non ha rinnovato il CCNL. Grazie cmunque di tutti i bei contributi che ho potuto ascoltare.
Laura Viotto
02:43:43
le Cure Primarie che sta così brillantemente descrivendo la collega Rubatto, non possono prescindere da un deciso cambio di mentalità e di cultura a tutti i livelli dal cittadino ai decisori politici ,pena il fallimento della riforma !!! i soldi da soli non portano a nulla ...
Laura Viotto
02:50:02
brava Rosy !!!!!
filippo
02:56:05
Alla fine di questo incontro sono preoccupato!
Caterina De Stefano
02:56:06
grazie buonasera a tutti
vincenzo.rebba@unipd.it
02:56:27
Grazie a tutti.
Mina Fortunati
02:56:28
grazie
Francesca torricelli
02:56:30
grazie veramente molto importante l' incontro